lunedì 15 febbraio 2016

SEZIONE BIBITE

SEZIONE BIBITE

SELTZ AL LIMONE

Il seltz limone e sale, è una tipica bevanda delle nostre parti spesso preparata  nei tipici chioschi cittadini . E' molto apprezzata dai clienti, specialmente in estate quando c'è un caldo focoso, molto semplice nella preparazione e negli ingredienti, è sicuramente dissetante, genuina ed ecologica.Diffidate dalle bibite industriali!
 
01. Logo

Ingredienti:



  • una bottiglia di acqua frizzante/molto frizzante da un litro e 1/2 o due litri esclusivamente di plastica (*)
  • 5/6 limoni possibilmente non troppo maturi con un succo non troppo acidulo vivamente consigliati i verdelli del siracusano apprezzati proprio per il loro succo tipicamente aspro
  • Un cucchiaino di sale fino da cucina (o di zucchero chi lo preferisse)
  • Strumenti da cucina: colino, imbuto,cucchiaino, bicchiere medio/grande
  • Tempo di preparazione : pochi minuti, mezzora almeno per la bevanda pronta
  • Scarti finali praticamente nulli solo i limoni spremuti da gettare nell'umido. Bottiglia di plastica riutilizzabile per almeno 4/5 volte quando troppo vecchia smaltire come plastica.  
  • Costo: qualche euro
  • Difficoltà: facilissimo

Prendete la bottiglia di acqua



50 Off leaderboard Banner IT






 e togliete un bicchiere pieno d'acqua.

Ricordate di non buttare l'acqua se non bevuta, riciclatela per la pasta o porgetela in un vaso a beneficio della pianta ospitata.
Spremete i limoni, cercando di estrarre la polpa. Prima di gettarli nella pattumiera dell'umido utilizzate gli scarti freschi per pulire le posate. Se amate pietanze forti  come pesce, cipolle, aglio, uova gli scarti di limone disinfetteranno bicchieri posate e piatti.
Puliteli ovviamente prima col vostro detergente abituale al momento del risciacquo utilizzate i limoni.
cliccasicuro.it

Con 5/6 limoni riuscirete a seconda della quantità di succo unitario a riempire il bicchiere.
 Versare il bicchiere di succo nella bottiglia  attraverso il colino trattenendo almeno i semi, se della polpa dovesse cadere nella bottiglia darebbe uno strano effetto visivo (abituati alle bibite industriali che contengono una minima parte di limone naturale) ma sicuramente darebbe più gusto alla bibita. Agitare bene la bottiglia in modo da diluire tutto il succo uniformemente e porre nel congelatore per non più di mezzora, ricordarsi sempre di evitare il vetro (*) .
Non congelare del tutto, per fare in modo che aprendola fuoriescano assieme acqua frizzante e limone.

Bevete subito con le bollicine al massimo dell'effervescenza.Alla vostra!!!!


Book beauty salons around you


Nota bene: Consumare la nostra fresca bibita al massimo in dodici ore, oltre che la perdita di effervescenza si nota un progressivo gusto amaro della bibita.
Ideale il consumo del litro e mezzo/ due litri a pasto
Preparare non oltre 12 ore prima dell'abituale  consumo

Contextual Sottocontrollo Ottobre 2015

CONTORNI

SEZIONE CONTORNI ED INSALATE



468x60loghi


PEPERONI AL FORNO CON MOLLICA

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

  • 4 PEPERONI ROSSI/VERDI
  • MOLLICA Q.B.
  • VINO ROSSO O ACETO
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
  • PINOLI O OLIVE NERE O CAPPERI
  • UNA CIPOLLA GRANDE
  • SALE
  • PEPE NERO
PREPARAZIONE


I best seller 728x90





Tagliate i peperoni longitudinalmente, eliminare la base togliendo picciolo ed eventuali semi, 

formando delle strisce larghe circa un centimetro. Salare aggiungendo un pizzico di pepe nero, oliare abbondantemente cercando di amalgamare tutte le strisce da entrambi i lati.





Aggiungere la mollica "massaggiando" tutte le strisce uniformemente, in seguito aggiungere la cipolla a fette e secondo i gusti olive nere o pinoli o capperi quanto basta. 


















Carnevale 2016 728 x 90

Stendere i peperoni su una teglia e mettere in forno a 230° per circa mezzora.
Mescolare e rigirare i peperoni ogni dieci minuti circa, a metà cottura innaffiare con vino rosso oppure aceto, se necessario aggiungere un filo d'olio d'oliva per evitare che si seccano.


t-shirt cinema e tv

 servire in piatto caldi, ottimo contorno
per accompagnare carni rosse e dare un tocco di colori e pietanze genuine.



2015 Image Banner 728 x 90


INSALATA D'ARANCE

L'arancio è l'agrume più diffusamente coltivato al mondo. Principali produttori sono il Brasile, gli Stati Uniti (California), la Cina, il Messico, l'India, l'Egitto e la Spagna. In Italia (dove la coltura è praticata soprattutto in Sicilia, Calabria, Campania).
Ecco una fresca e preziosa fonte di vitamina "C" l'insalata d'arance, che potrà accompagnare le fredde serate invernali prevenendo fastidiosi raffreddori.

  • Ingredienti: 8 arance anche di varietà diversa, in modo da arricchire sia di colori vivaci che di gusti diversi, anche se per esperienza io eviterei le arance dolci. Preferite le varietà che si sbucciano facilmente.
  • Un limone (se preferite per il succo) o per chi ama gusti forti da aggiungere sbucciato.
  • olio extravergine di oliva, sale, peperoncino piccante q.b.
  • olive nere, in alternativa noci oppure tonno o ancora finocchio, chicchi di mais ed infine se non avete in programma una serata romantica, cipolla preferibilmente nuova.
  • prezzemolo q.b.
300x250_IT_pro_primavera_012016_zanox.gif

Mettete da parte almeno due arance che verranno spremute normalmente per utilizzare il prezioso succo da aggiungere assieme al succo di limone.
Sbucciate le altre arance incidendo con un coltello tagliente l'esterno senza deteriorare la polpa e creando dei veri e propri fusi. Aiutandovi con le unghia sbucciate gli agrumi, eliminate  dagli spicchi la parte bianca,e taglieteli a dadini non troppo sottili, di circa un centimetro e mezzo. 
Tritate cipolla e prezzemolo, tagliate non troppo finemente il tonno o in alternativa il finocchio, tritate le noci e le olive amalgamate il tutto con olio sale e peperoncino (solo per gusti forti) con gli spicchi già tagliati di arance. Portate a tavola e.... buon appetito!!!

Nota: Consumare entro le 6/12 ore, se rimane ponetela in figo (assolutamente no da congelare) se mettete il sale nel piatto in teoria rimane più fresca, ma superate le 12 ore in tutti i casi il gusto tende progressivamente verso l'amarognolo. E' preferibile prepararla per pasto bilanciando le quantità di ingredienti secondo il vostro appetito.


generic cb_v1_300x250 Image Banner 300 x 250

USATE PER I VOSTRI PIATTI CIBI LOCALI

Per i vostri piatti usati cibi genuini nel vero senso della parola frutti della nostra terra.
Occhio alle etichette e se vi fidate del vostro fruttivendolo chiedete sempre la provenienza inutile comprare patate Cioffi della Francia arachidi del'Egitto o dell'Israele carote ed altri ortaggi  -non se la prendano  a male le altre regioni d'Italia -coltivati fuori dalla Sicilia, agrumi della Tunisia.